Il caso su Lancet                                                                                                                                Image
Vivere con un decimo di cervello
Un impiegato francese di 44 anni ha il cervello grande quanto un uovo. Ma riesce a vivere normalmente.

FRANCIA – Un francese sbalordisce i medici: ha solo un decimo della normale massa celebrale. E nonostante questo riesce a svolgere una vita pressochè ordinaria. Anche se il suo quoziente intellettivo è relativamente basso, il 44enne non è un ritardato mentale né un disabile: il suo cervello, negli anni, è riuscito ad adattarsi alla situazione.
COME HOMER - L'immagine ricorda la più famosa caricatura di Homer Simpson: sulla radiografia blu si intravede un cervello grande come quello di una gallina in mezzo ad una scatola cranica quasi vuota fino al midollo spinale. Ma ciò che per i fan del cartone animato è solo una gag, può accadere anche nella vita reale. Lo riporta l'ultimo numero della rivista medica The Lancet.
VITA REGOLARE - Strano a dirsi ma il paziente svolge tuttavia una vita regolare. L'uomo, che risiede a sud della Francia, possiede solo il dieci per cento dell'abituale massa celebrale. Le immagini realizzate con una tomografia computerizzata evidenziano che l'encefalo è pressato come un sottile foglio di carta alla volta cranica, dietro all'occhio si trova un frammento di cervello grande come un uovo. In mezzo alla scatola cranica: il vuoto. Ma a quanto pare si può vivere anche con un cervello definito dagli stessi medici «quasi assente». E' la conclusione a cui sono arrivati i neurologi dell'ospedale universitario di Marsiglia.
SCOPERTO PER CASO - Il paziente è sposato, ha due figli e lavora come impiegato. Si presentò in ospedale nel 2003 per problemi di deambulazione. La scoperta della sua deformazione è avvenuta quasi per caso. I medici gli hanno diagnosticato una idrocefalia non comunicante, una patologia che aumenta la quantità di liquido nel cervello. «Gli esami di laboratorio hanno rivelato delle immagini veramente inusuali - ha spiegato il neurologo Lionel Feuillet dell'Université de la Mediterranée - il cervello, sia la materia grigia che quella bianca, è completamente compresso sulla parete della scatola cranica, e nonostante ciò l'uomo riesce a condurre una vita normale». Dal test del quoziente intellettivo l'uomo ha riportato un valore di 75, appena di poco inferiore alla normalità. L'IQ della parola è di 84, comunque sotto la media che è di 100. «E' stupefacente vedere una cosa simile. Il cervello, anche se minuscolo, è riuscito ad adattarsi e l'uomo non ha riscontrato nessun problema psichico o fisico», dice anche Max Muenke del «National Human Genome Research Institute» negli Stati Uniti.
Elmar Burchia
Fonte Corriere della Sera 20 luglio 2007

In questo sito utilizziamo i Cookies per permettervi di usufruire dei servizi e non tracciamo i vostri dati. L'unico caso in cui effettivamente trattiamo vostri dati è se decidete di registrarvi per darci una mano, nel qual caso useremo le informazioni fornite per contattarvi in caso di necessità. Potremmo però distribuire cookie di terze parti (es. Google, youtube o Facebook) per permettervi di cliccare i vari "mi piace" o usufruire di servizi simili. Nel caso in cui non vogliate in nessun modo essere tracciati vi consigliamo di utilizzare la funzione di disabilitazione dei cookies o di anonimizzazione del vostro browser. Per saperne di più di come questo sito usa i cookies: Privacy Policy.

Accetto i Cookies da questo sito