Perché Internet è come l'organo femminile: 

1. Più la gente la usa e più si allarga. 
2. Se ci giochi per troppo tempo puoi diventare cieco. 
3. Non crederesti alle cose che la gente ci mette dentro. 
4. Alcune persone ne parlano come se ne conoscessero tutti i dettagli, mentre in realtà non sono in grado di interfacciarsi. 
5. Fornisce un mezzo per interagire con altre persone. Alcune prendono questa interazione molto sul serio, altre molto alla leggera. In generale è difficile capire con che tipo di persona hai a che fare finché non è troppo tardi. 
6. Se non adotti appropriate misure di sicurezza, puoi prenderci dei virus. 
7. Non ha un suo cervello, ma usa il tuo. Se lo usa troppo ti riesce sempre più difficile pensare in maniera coerente. 
8. Puoi anche pensare che ci stai solo giocando, ma potresti trovarti coinvolto in qualcosa che necessita di 9 mesi prima di arrivare alla conclusione. 
9. La parte visibile è solo la superficie di un sistema molto complicato. 
10. Alcune persone sono ossessionate dalla sicurezza e cercano di evitare le intrusioni, mentre altri pensano che dovrebbe essere il più possibile aperta 
11. Molto spesso devi pagare per entrare 
12. Di solito è molto lenta mentre tu avresti una fretta boia! 

Perchè Internet è come l'organo maschile:


1. Può essere "up" o "down". E' più divertente quando è "up", ma per qualcuno è comunque un problema ottenere qualcosa, per quanto ci "smanetti". 
2. All'inizio, il suo solo scopo era quello di trasmettere informazioni che erano considerate vitali per la sopravvivenza della specie. Qualcuno ancora la pensa così, ma per lo più -oggi- la gente la usa per divertimento. 
3. Non ha coscienza... non ha memoria... lasciata a se stessa, continuerebbe a fare sempre le stesse cose. 
4. E' un utile strumento di interazione con altre persone. Qualcuno ritiene che questa interazione sia molto importante, altri non vi attribuiscono nessun significato particolare. Spesso si capisce con quale tra questi due tipi di persone hai a che fare quando oramai è troppo tardi. 
5. Se non prendi le opportune precauzioni, è un micidiale diffusore di virus. 
6. Non ha un cervello proprio... ed usa il tuo. Se lo usi troppo, troverai sempre più difficoltà a pensare. 
7. Viene attribuita a questa cosa un'importanza eccessiva, in relazione alle sue reali dimensioni e sfere d'influenza. 
8. Se non fai attenzione a quello che ci fai, puoi finire in grossi guai. 
9. Ha una sua personalissima linea di condotta. Qualche volta, a prescindere dalle tue buone intenzioni, arriva ad influenzare in maniera preponderante il tuo comportamento. Solo più tardi ti chiederai "Ma perché diavolo l'ho fatto???" 
10.Qualcuno ce l'ha, qualcun altro no. 
11.Chi l'ha si sentirebbe davvero frustrato se dovesse mancargli all'improvviso. A volte pensano che averlo significhi essere migliori, avere potere. Hanno torto. 
12.Chi non l'ha potrebbe anche essere d'accordo sul fatto che si tratti di un pregevole "giocattolino", ma pensano che non meriti tutta l'attenzione che quelli che lo hanno vi dedicano. Eppure, quasi tutti quelli che non l'hanno, non disdegnano di provarlo, di tanto in tanto. 
13.Una volta che cominci a giocarci, smetterla è quasi impossibile. Qualcuno lo userebbe tutto il giorno, se solo potesse o non avesse altre cose da fare.

In questo sito utilizziamo i Cookies per permettervi di usufruire dei servizi e non tracciamo i vostri dati. L'unico caso in cui effettivamente trattiamo vostri dati è se decidete di registrarvi per darci una mano, nel qual caso useremo le informazioni fornite per contattarvi in caso di necessità. Potremmo però distribuire cookie di terze parti (es. Google, youtube o Facebook) per permettervi di cliccare i vari "mi piace" o usufruire di servizi simili. Nel caso in cui non vogliate in nessun modo essere tracciati vi consigliamo di utilizzare la funzione di disabilitazione dei cookies o di anonimizzazione del vostro browser. Per saperne di più di come questo sito usa i cookies: Privacy Policy.

Accetto i Cookies da questo sito