Signori, ecco la prima catena di S. Antonio che mi sento di diffondere. in realtà sembra essere la versione ridotta di un' altra molto più lunga e complessa che mi era arrivata tempo fa e che ho perso. ringrazio pertanto barbara per avermi fornito questa carinissima versione


 

Ciao, il mio nome e Arild Ovesen. Soffro di malattie rare e mortali, cattivi risultati scolastici, estrema verginità, paura di venire rapito e ucciso mediante elettroshock anale, e senso di colpa per non aver inoltrato 50 miliardi di catene di  Sant'Antonio mandatemi da persone che pensano davvero che se uno le inoltra, la povera piccola bambina di 6 anni a Foligno con un capezzolo in fronte riuscirà a procurarsi abbastanza denaro per toglierlo prima che i genitori la vendano al Circo Orfei.

 

Prima di tutto devi mandare questa lettera a 7491 persone entro i prossimi 5 secondi, altrimenti verrai stuprato/a da un montone impazzito e gettato fuori da un edificio altissimo per cadere in una collina di  escrementi animali. Se non lo farai, a causa di uno strano virus la ventola dentro il pc si metterà a girare al contrario e vi risucchierà il processore. Dopo una serie di lampi di colore blu, dal vostro lettore cd (se avete il masterizzatore è peggio), uscirà il totem (o tantra) della buona sorte che ha gia fatto il giro del mondo tre volte (e mi ha confidato di essersi rotto il cazzo perché vorrebbe starsene cinque minuti a casa), vi appoggerà alla pecorina sulla tastiera e vi farà il carretto, indipendentemente se siete donne o uomini.

 

Per ogni messaggio che manderete all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  </ym/Compose?To=Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.&YY=41110&order=down&sort=date&p os=0 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.&YY=41110&order=down&sort=date&p=0">/ym/Compose?To=Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.&YY=41110&order=down&sort=date&p=0 
un'associazione donerà un quarto di dollaro per comprare un aereo all'aviazione americana che servirà per tirare giù un'altra funivia in Italia. 

 

E per ogni mail che manderete alla Microsoft o che manderà un'altra persona dopo avere ricevuto l'informazione da voi  vi verrà portata una pizza quattro stagioni a casa vostra da Bill Gates in persona.

 

Io all'inizio non ci credevo poi ne ho spedite tante e dopo tre settimane mi e arrivato addirittura un calzone farcito !!! E del tutto vero!!! Perché questa lettera non e come tutte quelle false, QUESTA è del tutto autentica!!! Del tutto vera. 

 

Ecco il programma: 
Mandala a 1 persona: 1 persona si incazzerà perché gli hai mandato una stupida catena di Sant'Antonio. 
Mandala a 2-5 persone: 2-5 persone si incazzeranno perché gli hai mandato una stupida catena di Sant'Antonio.
Mandala a 5-10 persone: 5-10 persone si incazzeranno perché gli hai mandato una stupida catena di Sant'Antonio, e forse valuteranno l'opportunità di sopprimerti. 
Mandala a 10-20 persone: 10-20 persone si incazzeranno perché gli hai mandato una stupida catena di Sant'Antonio, e faranno saltare te, la tua casa, la tua famiglia e il tuo gatto in aria.

 

Erode Scannabelve, un pediatra mannaro di Trieste, non spedì a nessuno questa mail: 
dei suoi tre figli uno comincio a drogarsi, il secondo entrò nel Partito Umanista e il terzo si iscrisse a Ingegneria dei Materiali.

 

Turiddu Von Wasselvitz, un allenatore di farfalle da combattimento austro-siculo, si fece beffe di questa mail ad alta voce, e in quello stesso istante gli esplose la testa.

 

Meo Smazza, pornodivo shakespeariano, non diede alcun peso a questa mail: ignoti gli riempirono un profilattico di azoto liquido, e lui se ne accorse solo dopo averlo indossato. 

 

Arnoldo Liquido, domatore di fiumi tirolo-canadese ignorò questa mail e venne trovato affogato nel porto con un biglietto al fianco che recitava "scusate per aver rovinato il vino".

 

Un tizio che conosco non ha diffuso questa mail e ha disimparato a andare in bicicletta. 


Un altro sfigato che conosco se ne e sbattuto di questa mail, ma gia non sapeva andare in bicicletta. 


E' però stato investito in motorino da un camionista inglese ubriaco che, ovviamente, guidava contromano.


Mio cugino invece non ha divulgato questo messaggio e finalmente ha perso la sua verginità.........anale.

 

Se inviate questo messaggio a tutti coloro che conoscete, perderete 2 minuti ma forse finiranno di rompere con queste cazzo di catene di Sant'Antonio. Se non lo farete vi cadrà addosso un pianoforte

In questo sito utilizziamo i Cookies per permettervi di usufruire dei servizi e non tracciamo i vostri dati. L'unico caso in cui effettivamente trattiamo vostri dati è se decidete di registrarvi per darci una mano, nel qual caso useremo le informazioni fornite per contattarvi in caso di necessità. Potremmo però distribuire cookie di terze parti (es. Google, youtube o Facebook) per permettervi di cliccare i vari "mi piace" o usufruire di servizi simili. Nel caso in cui non vogliate in nessun modo essere tracciati vi consigliamo di utilizzare la funzione di disabilitazione dei cookies o di anonimizzazione del vostro browser. Per saperne di più di come questo sito usa i cookies: Privacy Policy.

Accetto i Cookies da questo sito