Un biglietto del tram, mille lire di film
e così, se ne va, la tua libera uscita
il tuo colpo di vita in città, se ne va.
Sotto la luna le donne tra i fuochi
di gomme di periferia.
Al tuo sguardo di gatto sperduto
han sorriso e han risposto
ragazzo fa presto
e ora torni a dormire con gli altri
col cuore per terra, aspettando la guerra.
Soldato d'Italia, che guardi la notte
in silenzio, dai vetri del tram.
Una birra, un juke box, la Domenica Sport
e così se ne va, anche il giorno di festa
e l'angoscia è rimasta con te, più che mai.
Tutta la gente lì intorno
alla fine del giorno
ha il suo letto di casa.
Mentre tu butti un anno di vita
appoggiato a un fucile
di guardia a un cortile.
La tua casa ha i balconi sul mare
c'è odore di viole nei giorni di sole.
Un cespuglio di luci si specchia nel porto stasera
che è giorno di fiera.
Soldato d'Italia, che ascolti il silenzio
parlando a una fotografia.

In questo sito utilizziamo i Cookies per permettervi di usufruire dei servizi e non tracciamo i vostri dati. L'unico caso in cui effettivamente trattiamo vostri dati è se decidete di registrarvi per darci una mano, nel qual caso useremo le informazioni fornite per contattarvi in caso di necessità. Potremmo però distribuire cookie di terze parti (es. Google, youtube o Facebook) per permettervi di cliccare i vari "mi piace" o usufruire di servizi simili. Nel caso in cui non vogliate in nessun modo essere tracciati vi consigliamo di utilizzare la funzione di disabilitazione dei cookies o di anonimizzazione del vostro browser. Per saperne di più di come questo sito usa i cookies: Privacy Policy.

Accetto i Cookies da questo sito