Era cresciuta in fretta più di qualche stagione
fa.
Sognava a testa bassa tra i respiri della città.
Vorrei vorrei chissà cosa mai vorrei.
Pregava spegnendo la luce.
Lui era nato al porto ma non era partito mai.
Sempre col fiato corto rimandava il domani a
poi.
Di lei di lei diceva non morirei
ma poi non ci dormiva la notte.
Notte improvvisa domenica spesa tra novità.
Ridono insieme s'è arresa l'attesa sarà chissà.
Ed eccoli qui giocando a sognare
a dirsi promesse a darsi parole
a farsi l'amore.
Aria di mezzanotte tra un minuto è già lunedì
l'alba ha le scarpe rotte ma tra poco sarà già
qui.
Vedrai vedrai accendono la città
e spengono insieme la notte.
Notte che passa ma resta la festa finché sarà
forse per gioco per sempre per poco sarà chissà.
E restano qui a darsi parole
le barche alla corda aspettano il sole
e un giorno migliore.
E restano qui a darsi parole
le barche alla corda aspettano il sole
e un giorno migliore.

In questo sito utilizziamo i Cookies per permettervi di usufruire dei servizi e non tracciamo i vostri dati. L'unico caso in cui effettivamente trattiamo vostri dati è se decidete di registrarvi per darci una mano, nel qual caso useremo le informazioni fornite per contattarvi in caso di necessità. Potremmo però distribuire cookie di terze parti (es. Google, youtube o Facebook) per permettervi di cliccare i vari "mi piace" o usufruire di servizi simili. Nel caso in cui non vogliate in nessun modo essere tracciati vi consigliamo di utilizzare la funzione di disabilitazione dei cookies o di anonimizzazione del vostro browser. Per saperne di più di come questo sito usa i cookies: Privacy Policy.

Accetto i Cookies da questo sito